Chi Siamo

Lamberto Vignaroli

14 marzo ’64… dice che era un bell’ uomo e veniva da Jesi, nato nella barbieria del papà, a 10 anni le prime barbe, a 13 i primi tagli.

Concorrente più giovane ai Campionati Italiani di Ancona, acconciatore unisex tramite la scuola A.N.A.M. dove diviene Maestro insegnante a 19 anni. Il Parrucchiere è stata la sua più grande passione di Vita.

Ora, dopo 42 anni, continua a divertirsi con il proprio staff, senza pensare alla pensione…

Griselda Seitaj

Riflessiva e posata ma anche piena di vitalità, Griselda Seitaj, sebbene giovanissima, è già mamma di due figli e co-titolare del salone Parrucchieri Vignaroli di Lamberto e Griselda a Jesi (AN). Si può proprio dire che abbia bruciato le tappe… “Fin da quando ho iniziato questo lavoro – racconta – ho voluto mettere insieme il maggior numero di esperienze possibile, facendo l’apprendista in molti saloni e questa è stata senza dubbio una scuola importante. Poi mi sono fermata da Lamberto, diventandone in seguito socia. E ne sono orgogliosa, perché questo salone – nato nel 1945 – ha davvero una storia di successo”. “Fortunatamente tutti i saloni dove ho lavorato utilizzavano prodotti L’Oréal Professionnel, quindi anche il mio percorso formativo è stato segnato dalla leadership del brand. Ora che sono stata chiamata all’interno del gruppo Ambasciatori, posso dire di avere una visione diversa e privilegiata della marca e so che questo percorso mi aiuterà a crescere e a perfezionarmi. Fino ad oggi sono riuscita a realizzare tutti i miei i miei progetti e mi impegno fortemente affinché altrettanto avvenga in futuro

La nostra storia

Il Vigna inizia nel ’48 a 13 anni, un po’ barbiere, un po’ cameriere nella trattoria di famiglia.
Lavora nella zona del Prato e della stazione, si arrangia; tempi duri quelli: ci voleva fegato e palle, soldi pochi, sogni tanti. Durante il militare il capolavoro: torna a casa con i $$ per comprare un negozietto a San Giuseppe.
Discreto acconciatore, grande comunicatore; pian piano assieme a Zampanò è il riferimento della piazzetta.
Storico, “ha detto babbo che non c’è”, la serranda nerazzurra, la sera del latte, come pure le gomme de Caccolì e le sfoje del Caciotto.

Intanto io, nove-dieci anni, cominicio a stà li dentro,a fà le barbe, “lo sventolò de Mario Sardella” e Pipì coi giornali Porno, Setticeccarello Playboy con la ghenga de le Rotonde e quessaltri del prede ” ” co la scimmietta: Otello, Fazi, Mazzarì, Montappò, Fosco, Natale e Ricciotto con le moto…. e l’ altri non ce li metto sennò scrivo un libro.
Torna el Sasso dal Carabiniere e pja la Pizzeria, Gigio camicia, Sherif, el Papero, Quartì, Fefo, Scarpello tra i più dinamici.
Io 15-16 anni assieme, tra Fabio e Stè, Ulderigo, non c’era da scialà…..
Piano piano, co l’amici de babbo Matera, el Fattore e la Scuola avemo preso il largo e rinnovato l’angolo vicino al Sasso, gliemo dato a macinà, Cristianella che non sente la fadiga, io ero serio sul lavoro, la gente c’ aveva i soldi ‘nte le tasche, e vai così, a tutta caldara…

La scuola ANAM “Accademia Nazionale Acconciatori Misti” di Jesi e Ancona per noi che venivamo dal Maschile diede una bella mano, un grande aiuto a passare unisex.
Salterò alcuni nomi, ma Dino Malatesta, Caio Belelli, Barchiesi Ulderica, Cittadini Elvio, Adriano Manzotti, Berrettini Giancarlo e Mazzarini Antonio con Tosi Filippo, non posso non nominarli.
Noi più giovani eravamo una bella squadra con tanto impegno e tanta voglia di arrivare…

Avevamo tutte le carte in regola per il successo: io, direttore tecnico con Nadia per le Gare, Salvani e Goltelli vice D.T. per il GRP “Gruppo Ricerca Moda” con Arena di Ancona.
Mose Rosino, Belelli Raffaeli, Mazzarini Paolo, Vitale Doriano, Mirco, Violini, Santarelli e Arena, Verdini, Preziuso: assorbibamo da tutti, Wella, GRP, Perugia, riviste moda; rielaboravamo e via sfilate e gare.
Dietro a Zoppi, nei locali della CGIA, insegnavamo lunedì, martedì e giovedì.

Le sfilate con le amicizie in discoteca mi permisero di organizzare per alcuni anni serate con cena compresa a costo zero, ma di grande impatto: Miami, Shalimar, Villa delle Rose.
Anche AHS “Art Hair Studios” contribuì con le collezioni P.E. e A.I. negli indirizzi di moda.
Nelle gare e show Nadia meravigliosa, con tutto il direttivo, prendevamo allenatori stupendi (Walter Cola, Massimo Raiz) e scalavamo le classifiche.
Milano io II, da Genova nell’ autobus non entravano le coppe, Roma 2 I, 1 II.
13° alla Rosa d’ oro di Parigi.
I saloni Vignaroli divennero 4: San Giuseppe, Cristiana, Serena Ancona, Romina in centro.
Soddisfazioni e lavoro tanto…. Soldi pochi.
Il piacere di aver contribuito alla crescita professionale di tanti bravi ragazzi sia in salone che nella scuola.
Poi un giorno del 2008 si presenta una ragazza che fece la piega a tutto il Salone… subito assunta…. Oggi titolare con me al 50%, Ambasciatrice L’ Oreal, in piena ascesa….. coinvolgente, piena di vitalità, oltre alla massima dedizione al lavoro… la mia socia, Griselda Seitay…

alcune immagini della nostra storia